Daniele Radini Tedeschi, 2011

Nel quadro LEGGEREZZA (2011) la scomposizione dello spazio in modulazioni e losanghe trilobate si unisce ad un gusto moresco e orientaleggiante. La piatta superficie e la precisa centralità dell’immagine raggiungono appieno una  massima intensità visiva. I mandala che l’artista rappresenta si caricano di significati benefici e spirituali. Il cerchio, elemento ricorrente, secondo le antiche filosofie, tiene lontano dagli influssi negativi.

Tratto da “Itinerari d’arte contemporanea. Dalla crisi alla figurazione attraverso la Triennale di Roma 2011”. Ed. Rosa dei Venti. pp.157-159.

Mostra: I Mandala alla Triennale

Daniele Radini Tedeschi, 2011

Nel quadro LEGGEREZZA (2011) la scomposizione dello spazio in modulazioni e losanghe trilobate si unisce ad un gusto moresco e orientaleggiante. La piatta superficie e la precisa centralità dell’immagine raggiungono appieno una  massima intensità visiva. I mandala che l’artista rappresenta si caricano di significati benefici e spirituali. Il cerchio, elemento ricorrente, secondo le antiche filosofie, tiene lontano dagli influssi negativi.

Tratto da “Itinerari d’arte contemporanea. Dalla crisi alla figurazione attraverso la Triennale di Roma 2011”. Ed. Rosa dei Venti. pp.157-159.

Mostra: I Mandala alla Triennale